Search:

Avvocato contro magistratura: consigli anti Green Pass

Ott 27 2021

Avvocato contro magistratura: consigli anti Green Pass

image_pdfimage_print

Lo spregiudicato avvocato Mori ha, alcuni giorni fa, infiammato la piazza di Firenze gia’ gremita di gente per rintuzzare i provvedimenti governativi relativi il Green Pass ed il vaccino per il Covid. E lo ha fatto esprimendo fatti e strategie clamorose, come quella che i dati Aifa(Associazione Italiana del farmaco n.d.r.) ha acclarato sedici morti direttamente da vaccino SarsCov2 su seicento denunce e trecento lutti correlati in modo non diretto alle iniezioni. Il corollario di tale situazione e’ stato il verdetto del tribunale di stato che ha eluso tali dati letali nonche’ i danni permanenti causati, nel decretare la sentenza che legittimasse l’obbligo vaccinale fino al 31 gennaio. Secondo l’esponente di Vox Italia inoltre, e’ di per se’ illegale l’obbligo vaccinale, in base a sentenze costituzionali del ’92 e ’95, gia’ dinanzi danni cronici o morti riscontrate. Dunque il concione acclamato si e’ soffermato sul dato dello 0,02 morti per milione di abitante connesso ai vaccini fino ad abbracciare le sentenze costituzionali emanate in passato dall’attuale ministro Cartabia, che autorizzavano tali fattispecie di azioni politiche-pertanto Cartabia sarebbe assunta alla scranno di ministro a detta di Mori-. Ovvero Cartabia servirebbe nel prossimo futuro, per utilizzare i suoi rapporti ed i trascorsi con la Corte Costituzionale e consentire al governo di prorogare l’obbligo vaccinale e lo stato di emergenza, sebbene le vittime ed i contagi non consentirebbero tali provvedimenti.

L’oratore suffragato dalla piazza in passato candidato alla guida di Casapound si e’ espresso in contrasto scoptico contro Draghi, che a sua detta in seguito alla svendita del patrimonio industriale pubblico del Britannia dovrebbe risiedere in galera, nonche’ strenuo difensore degli interessi della finanza privata internazionale.

Mori ha affermato quanto Draghi non abbia a cuore la salute degli italiani gia’ per aver detto, al principio del suo insediamento, che la sanita’ deve rimanere pubblica solo nei trattamenti terminali dei pazienti, ma sopratutto e’ stato rimarcato quanto il Green Pass e’ un mezzo per esentare gli impiegati dal lavoro. Infatti, consapevoli di impossibilita’ di licenziamenti e sanzioni, l’avvocato esorta i lavoratori sfavorevoli al Green Pass di boicottare il lavoro e radunarsi in piazza liberi da regole-il mancato Green Pass infatti autorizzerebbe uno sciopero scevro di norme pertanto piu’ efficace e pernicioso, nonche’ un blocco della produttivita’ e l’impossibilita’ di sanzioni da parte di imprenditori e stato-, che confluirebbero nella abrogazione del Green Pass medesimo nonche’ del mero obbligo di vaccinazione SarsCov2.

Mori esorta a class action contro datori di lavoro e governo anziche’ dispendiose e prolungate cause singole.

0 Comments
Share Post
No Comments

Post a Comment